Quando la dieta diviene un’ossessione di cui parlare con la psicologa?

Dieta e attività fisica regolare aiutano indubbiamente a migliorare la salute e l’aspetto fisico; è sano volersi bene, ma il desiderio di magrezza non deve di

Tutti desiderano apparire al meglio, è normale. Il culto della forma fisica del resto ha origini antiche. Ecco allora che, quando il corpo non è esattamente come lo si vorrebbe, le prime azioni che si compiono sono: dieta e maggiore esercizio fisico. Niente di strano in tutto questo, purché il percorso di dimagrimento venga vissuto con consapevolezza e senza stress. La prima decisione responsabile da compiere consiste chiedere consiglio al proprio medico curante, eseguire gli opportuni controlli medici e rivolgersi a un nutrizionista o dietologo in grado di fornire le giuste indicazioni per evitare di rimetterci la salute. Ognuno infatti presenta caratteristiche del tutto singolari: il peso corporeo è influenzato dall'età e dalla struttura ossea e muscolare. In alcuni casi poi ci possono essere squilibri ormonali o metabolici da valutare.

 

Insomma, no alle diete fai da te. Facile a dirsi, molto più difficile da mettere in pratica. Quando i chili da perdere non sono molti, il più delle volte si inizia a eliminare o ridurre drasticamente il consumo dei cibi che, notoriamente fanno ingrassare. Il problema è che il cervello, nel momento in cui percepisce che ci si mette a dieta, può fare brutti scherzi. Ecco allora che la prima cosa da fare è quella di rivolgersi a una psicologa, con studio a Milano, in grado di accompagnare il soggetto in un percorso di consapevolezza e di equilibrio. La dieta infatti non deve essere vissuta come una tortura e neppure come un'ossessione.

 

Non è infrequente infatti che, quando inizia una dieta, il rischio di cadere in due opposti comportamenti è davvero molto elevato.

– Nel primo caso si inizia a mangiare ancora di più, perché la privazione da cibo è troppo difficile da sopportare, innescando in questo modo un circolo vizioso di sensi di colpa seguiti da pasti eccessivi o abbuffate (bulimia nervosa o disturbo da alimentazione incontrollata);

– Nel secondo, all'opposto, la dieta viene vissuta come una sorta di sfida con se stessi, il proprio corpo e la propria mente. Il controllo su tutto quello che si mangia, le calorie ingerite e da bruciare con l'attività fisica, diventa eccessivamente rigido. Il soggetto a dieta è appagato, gratificato da questa sua capacità di dominare la fame. Il fatto di resistere all'istinto naturale di nutrirsi, crea una sensazione di onnipotenza, tipica dell'anoressia nervosa.

 

Prevenire l'insorgenza di queste psicopatologie è possibile. Contattare una psicologa competente in disturbi alimentari (www.elenacarbone.it), che riceve a Milano è la decisione più saggia da mettere in atto. Nel corso di un primo colloquio conoscitivo, l'esperta è infatti in grado di diagnosticare il disturbo e valutare la necessità di una psicoterapia mirata.

 

Il più delle volte, tuttavia, è molto difficile che amici e parenti riescano a identificare il problema con una vera e propria patologia psicologica. I rituali delle abbuffate (bulimia o disturbo da alimentazione incontrollata) o del vomito autoindotto, accompagnato dal consumo di lassativi o diuretici (anoressia) si svolgono in totale solitudine. Chi è affetto da questi disturbi alimentari prova un senso di vergogna e di enorme difficoltà ad ammettere che si tratta di comportamenti errati e decisamente poco salutari. Il più delle volte, nel soggetto anoressico in particolare, il corpo non viene percepito come appare agli altri, perché spesso affetto da un disturbo che gli impedisce di elaborare correttamente le informazioni visive. Spesso poi, l'anoressico in particolare, nasconde il proprio corpo indossando abiti informi, che rendono difficile a chi gli sta intorno, percepirne le reali fattezze.

 

Queste le ragioni per le quali, raramente il soggetto che inizia a presentare condotte tipiche di questi disturbi alimentari si rivolge autonomamente a uno psicoterapeuta. Il più delle volte le segnalazioni arrivano da parte di genitori, partner o amici.

Appare fondamentale intraprendere il percorso prima che queste condotte diventino abitudini di vita. In genere il campanello d'allarme deve essere attivato prima che siano trascorsi tre mesi dall'inizio della dieta o del nuovo e insano regime alimentare intrapreso. Chiedere aiuto a una psicologa esperta in disturbi alimentari che riceve a Milano, può letteralmente salvare la vita del paziente.

I disturbi alimentari spesso sono la manifestazione esterna di disagi ben più importanti del semplice desiderio di apparire in forma.

Difficoltà e rapporti conflittuali vissuti all'interno della famiglia, della scuola o del mondo del lavoro, spesso minano l'autostima delle personalità più fragili. La terapia deve mirare a restituire forza e fiducia al paziente, strumenti indispensabili per affrontare il mondo e la realtà in cui vivono.

 

Rimettersi in forma con poche semplici mosse

alcuni suggerimenti per eliminare i chili di troppo ed imparare a seguire un’alimentazione bilanciata.

L’estate è alle porte e l’ago della bilancia sembra proprio non essere clemente e mostra gli stravizi alimentari dell’inverno appena finito? Sei stato invitato ad una festa all’interno di una delle più note discoteche roma e vuoi mostrare un aspetto mozzafiato? Vorresti andare al mare in compagnia dei tuoi amici ma la prova costume ti spaventa? Non disperare, armati di pazienza e inizia a fare qualcosa per prenderti cura del tuo corpo, eliminare i chili di troppo e seguire un’alimentazione corretta.

Dieta alimentare

Un’alimentazione bilanciata si basa sull’assunzione della corretta quantità di calorie giornaliere, che varia in base al sesso, all’età, alla corporatura e all’attività che generalmente si svolge. Una persona che pratica un lavoro pesante, ad esempio un magazziniere, avrà bisogno di una quantità maggiore di calorie rispetto a un impiegato, che trascorre la maggior parte della giornata seduto ad una scrivania. Di seguito sono illustrati alcuni suggerimenti per eliminare i chili di troppo ed imparare a seguire un’alimentazione bilanciata.

  • Fare cinque pasti al giorno, la prima colazione non deve essere mai saltata, è il pasto più importante, ha il compito di alimentare il corpo e la mente dopo la lunga pausa del sonno notturno. Lo spuntino a metà mattina e a metà pomeriggio hanno il compito di non far arrivare troppo affamati al pasto successivo e quindi rischiare di avere attacchi di fame. Sono spuntini ideali lo yogurt magro, la frutta, una tazza di tè, una spremuta di agrumi, le barrette ai cereali, una centrifuga di frutta ecc.

  • Dedicare almeno due ore la settimana alla pratica di un’attività fisica. Fare sport ha molteplici vantaggi, tra cui allenare cuore e muscoli, tonificare il corpo, scaricare la tensione, spesso causa di attacchi di fame nervosa e bruciare parte delle calorie assunte con il cibo.

  • Bere almeno due litri di acqua naturale ogni giorno, alleata del sesso femminile contro la ritenzione idrica, ma anche ottimo rimedio per depurare il corpo e idratarlo.

  • Eliminare i cibi fritti, le bevande gassate, i dolci, le pietanze che si acquistano già pronte, gli alcolici e i superalcolici.

  • Consumare abbondanti porzioni di verdura fresca e di stagione, cucinata al vapore, lessa o cruda e condita con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva a crudo. E’ possibile usare anche le spezie, il limone e l’aceto di vino o di mele.

  • Mangiare la carne rossa due volte la settimana, privata delle parti grasse e cotta alla piastra, al cartoccio, al forno o alla griglia.

  • Mangiare due porzioni di frutta ogni giorno, preferibilmente con la buccia, accuratamente lavata.

  • Consumare cereali, pane e pasta integrali, ricchi di fibre sazianti, che aiutano anche il compito dell’ intestino.

Ottenere una forma perfetta con poche semplici mosse

Per ottenere una forma perfetta e soprattutto riuscire a mantenere inalterato il proprio peso corporeo nel tempo bastano poche semplici mosse

Per ottenere una forma perfetta e soprattutto riuscire a mantenere inalterato il proprio peso corporeo nel tempo bastano poche semplici mosse, che devono però diventare delle sane abitudini di vita. Seguire una corretta alimentazione significa fornire al corpo la giusta quantità di calorie, sali minerali, vitamine e sostanze che gli servono per funzionare al meglio. Le calorie in eccesso, che spesso si assumono quando si segue una scorretta dieta alimentare, se non vengono bruciate attraverso la pratica di un’attività fisica moderata, si trasformano in grasso e in chili di troppo. La maggior parte delle persone inizia a tenere in considerazione l’ago della bilancia quando si avvicina la bella stagione e si indossano abiti leggeri, che mettono facilmente in mostra la linea del corpo, oppure in previsione di una festa importante come quelle organizzate nelle meravigliose ville per feste roma. E’ importante sapere che le diete lampo, che permettono di perdere i chili di troppo in poco tempo, possono causare danni all’organismo, inoltre i chili persi si possono facilmente e altrettanto rapidamente accumulare di nuovo. Solamente seguire un corretto stile di vita basato su una sana alimentazione e la pratica di una moderata e costante attività fisica sono le armi per riuscire a mantenere un corpo in perfetta forma.

L’importanza dello sport

Negli ultimi tempi la percentuale di persone in sovrappeso e obese è in netto aumento, questo è dovuto alle cattive abitudini alimentari ma anche alla sedentarietà. Purtroppo anche la percentuale di bambini che soffre di questi disturbi è in aumento, si passa sempre più tempo davanti alla tv e ai videogiochi, si pratica poco sport e si trascorrono poche ore all’aria aperta in compagnia di amici. Fare sport permette innanzitutto di bruciare parte delle calorie che si assumono con il cibo, allena e tonifica i muscoli, il cuore, i polmoni e consente di scaricare lo stress, che può essere una delle cause scatenanti degli attacchi di fame nervosa, durante i quali si ingurgita ogni genere di cibo che si ha a portata di mano, soprattutto alimenti dolci e ricchi di grassi, zuccheri e calorie. Non è necessario iscriversi in una palestra, ma è possibile anche fare sport all’aria aperta, ad esempio una camminata veloce nel parco vicino casa, una bella passeggiata in bicicletta, la corsa, la cyclette o esercizi a corpo libero che possono essere eseguiti anche all’interno della propria abitazione. L’importante è avere costanza.

Rilassare corpo e mente con la sauna

La sauna generalmente dura dai 10 ai 15 minuti, è consigliabile fare una doccia calda prima di entrare, in modo da abituare il corpo alla temperatura elevata c

Sono sempre più numerose le persone che frequentano centri benessere e Spa e prendono parte a dei percorsi in acqua, che prevedono il bagno in piscine idromassaggio, il bagno turco e la sauna. Questi luoghi sono particolarmente indicati per coloro che hanno bisogno di rilassare e purificare il proprio corpo e la propria mente. Si tratta di un trattamento sempre più richiesto, soprattutto per i grandi benefici che apporta, tanto che molti decidono di realizzarne una all'interno della propria abitazione, così da poterne usufruire a piaceimento. Per chi desidera implementare una piccola sauna o bagno turco in casa ci sono delle particolari caratteristiche un determinato  spazio per attuare il lavoro. E’ consigliabile effettuare questo genere di intervento quando si stanno realizzando dei lavori di ristrutturazione appartamenti roma, in modo da avere uno staff qualificato di esperti in grado di collaborare per realizzare la casa dei vostri sogni, bagno con sauna compreso.

Caratteristiche di una seduta

La sauna generalmente dura dai 10 ai 15 minuti, è consigliabile fare una doccia calda prima di entrare, in modo da abituare il corpo alla temperatura elevata che si trova all’interno della struttura. Le sauna sono realizzate all’interno di box in legno di abete rosso o pioppo, la temperatura che si respira all’interno può variare dagli 80°C ai 100°C. Se il trattamento viene eseguito all’interno di un centro benessere, gli ospiti sono poi invitati ad immergersi all’interno di una vasca contenente acqua molto fredda, per almeno 30 secondi. E’ importante sapere che non bisogna mai sottoporsi a questo genere di trattamento se si hanno problemi legati al sistema cardio-circolatorio, ipertensione, febbre o un generale stato di malessere e in gravidanza. Inoltre è sconsigliabile assumere bevande eccitanti come il caffè e mangiare prima di entrare. Durante una seduta all’interno di una sauna il corpo perde una buona quantità di liquidi, come i sali minerali, che è consigliabile reintegrare mangiando frutta e verdura, bevendo molta acqua e tisane. Al termine del trattamento è preferibile alzarsi in piedi lentamente, per evitare capogiri o svenimenti.

I benefici

Sottoporre il corpo ad una sauna ha diversi benefici che riguardano sia il corpo sia la mente e sono riportati nell’elenco che segue.

  • Aiuta il rilassamento muscolare e aiuta a scaricare lo stress e la tensione.

  • Permette l’eliminazione delle tossine, che vengono espulse tramite il sudore.

  • Aumenta la circolazione sanguigna a livello periferico e centrale ed aumenta le pulsazioni cardiache.

  • Effettua una pulizia della pelle.

  • Aiuta a drenare i liquidi, una delle cause dell’insorgenza della ritenzione idrica e della antiestetica pelle a buccia di arancia.

 

I segreti di una corretta dieta alimentare

Una scorretta alimentazione può essere la causa scatenante dell’insorgenza di una grande quantità di patologie che colpiscono l’apparato cardio circolator

Sono anni ormai che numerosi dietologi e nutrizionisti di tutto il pianeta sono d’accordo sull’importanza di seguire una corretta dieta alimentare, basata sull’apporto del corretto numero di calorie e di tutti i sali minerali e vitamine, dei quali il corpo ha bisogno. Una scorretta alimentazione può essere la causa scatenante dell’insorgenza di una grande quantità di patologie che colpiscono l’apparato cardio circolatorio, come l’ipertensione, il diabete, l’infarto, l’ictus ecc. Negli ultimi anni il numero di persone affette da problemi alimentari come l’obesità è in forte aumento, la cause principali sono legate alla cattiva alimentazione e alla sedentarietà. Non tutti hanno ancora capito che seguire un’alimentazione bilanciata non deve essere considerato un rimedio per perdere i chili di troppo, magari in previsione di un evento particolare, come una festa 18 anni roma, ma deve diventare un vero e proprio stile salutare di vita.

Alimentazione corretta e bilanciata

Per riuscire a diminuire notevolmente la percentuale di avere malattie importanti a carico del sistema cardio-circolatorio è necessario seguire una corretta dieta alimentare e praticare con costanza una moderata attività fisica. Di seguito sono illustrati alcuni consigli per seguire una dieta alimentare corretta.

  • Fare sport almeno due volte la settimana. Non bisogna iscriversi necessariamente in una palestra o una piscina ma è possibile anche fare sport all’aria aperta o all’interno del proprio appartamento. Quando il tempo lo permette è possibile ad esempio fare delle lunghe passeggiate a passo svelto nel parco, oppure una bella pedalata in bicicletta. Durante invece le giornate di mal tempo si possono eseguire dei semplici esercizi a corpo libero ance all’interno della propria casa. Il segreto è vivere come un impegno il tempo da dedicare all’attività fisica.

  • Bere almeno due litri di acqua naturale ogni giorno, che consente di eliminare le tossine, ossigenare i tessuti e rendere più semplice il compito di reni e intestino.ù

  • Fare 5 pasti al giorno, composti da prima colazione, che non deve essere mai saltata, spuntino mattutino, pranzo, snack pomeridiano e cena.

  • Mangiare 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno, fresca e di stagione. Variare il consumo dei cibi, altrimenti si rischia di non assumere la giusta quantità delle numerose e diverse vitamine presenti nei vari frutti. E’ consigliabile consumare la frutta con la buccia, che deve essere precedentemente lavata con cura, per eliminare eventuali residui di pesticidi tossici.

  • Bere tisane depurative e drenanti, che aiutano ad eliminare i liquidi in eccesso e a sgonfiare l’addome. Sono ottime le tisane all’ippocastano, alla centella asiatiche, al finocchio ecc.

Alimentazione corretta: un elisir di lunga vita

La maggior parte delle persone decide di seguire un’alimentazione corretta in previsione di eventi particolari, come una festa di laurea roma, invece seguire

La maggior parte delle persone decide di seguire un’alimentazione corretta in previsione di eventi particolari, come una festa di laurea roma, invece seguire un regime dietetico bilanciato, permette di mantenere facilmente inalterato il proprio peso forma, diminuire le probabilità di avere malattie gravi a carico del sistema cardio- circolatorio e vivere in modo sano ed equilibrato. Sono sempre più numerosi gli studiosi dell’alimentazione che concordano sul fatto che mangiare in modo bilanciato deve essere considerato un elisir di lunga vita. Purtroppo negli ultimi anni è emerso che la percentuale di persone affette da obesità è notevolmente aumentata rispetto al passato, il sovrappeso colpisce molti bambini, che trascorrono sempre più tempo davanti ai videogiochi invece di stare all’aria aperta e fare sport.

L' importante e quindi fare sport ed attività sportiva e accompagnarlo con una decisa dieta bilanciata  per salvaguardare la propria forma fisica.

Dieta bilanciata

Il nostro corpo è una macchina perfetta che ha bisogno però per funzionare al meglio della giusta quantità di determinati principi nutritivi. Una dieta bilanciata si basa sul consumo della corretta quantità di calorie, sulla costante attività fisica, che allena cuore, polmoni e muscoli. Di seguito sono illustrati alcuni suggerimenti per riuscire a seguire un’alimentazione corretta.

  • Bere due litri di acqua naturale ogni giorno, ottimo alleato per combattere il ristagno dei liquidi, causa principale dell’insorgenza della cellulite per le donne. Una corretta idratazione del corpo aiuta anche il compito di intestino, stomaco e reni.
  • Fare 5 pasti al giorno. Per aiutare il metabolismo è fondamentale fare due spuntini, il primo a metà mattinata, il secondo invece durante il pomeriggio. Gli spuntini hanno un ruolo importante nella riuscita di una dieta bilanciata, perchè consentono di non arrivare troppo affamati al pasto successivo e rischiare di assumere quantità elevate di cibo.
  • Praticare una moderata attività fisica almeno due volte la settimana. Lo sport consente di scaricare lo stress, spesso causa di attacchi di fame nervosa, bruciare parte delle calorie, tonificare i muscoli e allenare cuore e polmoni.
  • Eliminare il consumo di tabacco, alcolici, superalcolici, cibi fritti e precotti e dolci.
  • Mangiare abbondanti porzioni di verdura condite con olio extra vergine di oliva, è possibile anche utilizzare succo di limone ed aceto.
  • Limitare l’uso del sale, alleato della ritenzione idrica.
  • Cuocere i cibi al forno, alla piastra, al vapore, al cartoccio e condire il tutto con olio a crudo e spezie varie, come alloro, peperoncino, salvia, rosmarino, coriandolo, cumino ecc.
  • Limitare il consumo degli affettati a due volte la settimana.

Benessere in vista delle festività

All’avvicinarsi delle festività, qualunque esse siano, è bene, sì, tenere in mente come trascorrerle, ma ancora più importante, in prossimità di queste f

All’avvicinarsi delle festività, qualunque esse siano, è bene, sì, tenere in mente come trascorrerle, ma ancora più importante, in prossimità di queste festività, è prepararsi per prevenire i malesseri che potrebbero essere causati dalle abbuffate dei periodi festivi, come quella del capodanno art cafè, tanto per fare un esempio. Sarebbe utile prepararsi in questo nel periodo antecedente alle feste cercando di perdere qualcuno dei chili di troppo in modo da non accumularne troppi in seguito. Vediamo qualche piccolo consiglio per la salute e la cura del vostro corpo in vista delle festività.

La dieta pre-festività

La dieta pre-festività consiste semplicemente nel seguire per un paio di settimane prima dell’arrivo delle ricorrenze un’alimentazione sana ed equilibrata, senza dover ricorrere a dei regimi troppo stretti.

5 semplici regole

  1. – sostituire il normale zucchero con un dolcificante meno calorico;
  2. – evitare ogni tipo di bevanda alcolica o gasata;
  3. – sostituire l’utilizzo dell’olio ed il burro con delle spezie saporite;
  4. – scegliere dei metodi di cottura più light come ad esempio il vapore o la griglia, evitando assolutamente il fritto;
  5. – bere come minimo 1,5 litri di acqua al giorno (una disintossicazione naturale dell’organismo molto efficiente).

 

È decisamente importante, inoltre, associare a queste semplici regole almeno 6 ore settimanali di sana attività fisica, da dividere equamente per 3 giorni.

Una volta, però, passate le festività, vi accorgerete che questa dieta non può bastare da sola, è necessario prendere alcuni rimedi anche attraverso una dieta disintossicante dopo le feste.

La dieta post-festività

Ecco alcuni semplici consigli riguardo una dieta disintossicante per tornare al proprio peso ideale con soli 3 giorni. Vediamo quali sono i cibi che sarebbe preferibile evitare e come disintossicarsi e purificare il proprio organismo dopo le festività.

Dieta disintossicante e purificante

Dopo le abbuffate festive, è sufficiente seguire le giuste regole per fare in modo di disintossicare il proprio organismo, regolarne il funzionamento e ripristinarne la naturale operatività nel giro di pochi giorni.

Primo giorno

Il primo giorno si basa sull’assimilazione di frutta e verdura, per depurarsi dalle tossine e liberare l’intestino dalle scorie accumulate, nonché per reidratare il corpo.

A colazione:

  • Una macedonia di frutta fresca (250 g);
  • Succo di mirtillo con miele.

Per lo spuntino:

  • Del thè verde.

A pranzo:

  • Minestrone con patate
  • Spremuta di arance.

Per merenda:

  • Frullato di sedano, carota e kiwi (senza latte).

A cena:

  • Insalata di pomodori cipolla e lattuga con del mais dolce in aggiunta;
  • Un po’ di ananas;
  • Succo di prugne.

Dopo aver seguito questa semplice dieta per pochi giorni vi sentirete decisamente più leggeri e con la pancia sgonfia, e la spossatezza e i chili aggiunti durante le festività saranno solo un lontano e brutto ricordo.

 

 

Artiglio del diavolo e sport: il rimedio perfetto per combattere i dolori muscolari.

L’artiglio del diavolo e le sue proprietà anti-infiammatorie a servizio dello sport.

L’estate è ormai alle porte, questo significa che aumenta il numero di persone che praticano sport, all’aperto o meno. Dopo la pigrizia invernale, tuttavia, è più facile incorrere in piccoli infortuni, strappi muscolari e intorpidimenti. L’artiglio del diavolo, e tutti i prodotti derivanti da questa pianta, possono ad ogni modo rappresentare una vera e propria panacea per tutti gli sportivi, portando giovamento in poco tempo e in modo completamente naturale.

 

Ma cerchiamo di fare un po’ di luce sulle proprietà di questa pianta: da dove viene? E quali sono le proprietà in essa contenute?

 

L’artiglio del diavolo è una pianta originaria del sudafrica: essa, nonostante si tenda a pensare il contrario, deve il suo nome alla forma dei suoi frutti che caratterizzati da punte uncinate sono, congiuntamente alla radice, un vero e proprio aiuto per gli sportivi ma non solo.

 

Usato tradizionalmente dalle popolazioni sudafricane per ridurre i dusturbi articolari e reumatici, l’artiglio del diavolo ha in realtà proprietà benefiche che coinvolgono anche l’apparato digerente.

 

Rimedio erboristico utilizzato, per le sue proprietà anti-infiammatorie e anti-spasmiche, tradizionalmente dai popoli sudafricani, l’artiglio del diavolo si può trovare, oggi, in tutte le erboristerie italiane e sotto forme diverse: dalle capsule alle compresse, dai gel agli infusi.

I prodotti a base di questo vegetale sono ottimi rimedi soprattutto per gli sportivi, in casi di contusioni, strappi e dolori a carico dell’apparato muscolare.

 

A livello muscolare l’artiglio del diavolo è in grado di ridurre i tempi di recupero, ridurre il danno ossidativo, contrastare l’acidosi e migliorare la massa e la contrazione. Per questo tipo di sofferenza, così come in tutti quei casi in cui i muscoli sono sollecitati o stressati per il sovraccarico, i prodotti più adatti sono creme, tintura madre e infusi. Ma vediamo insieme come è possibile utilizzare questa pianta straordinaria!

 

  • Decotto: bastano uno o due cucchiaini di radice sminuzzata, disponibile in erboristeria, per una tazza di acqua bollente lasciata in infusione per circa 5 ore. Si otterrà una bevanda gustosa e salutare, da assumere due o tre volte al giorno.

 

  • Tintura o gel: la tintura madre di artiglio del diavolo è utilizzata per preparare unguenti e gel ottimi per i massaggi decontratturanti e defatiganti dopo attività fisica e in casi di traumi, ancora più efficaci se affiancati da creme a base di arnica.

 

L’artiglio del diavolo è un ottimo coadiuvante per la cura dei disturbi derivanti dall’attività fisica, è doveroso comunque ricordare che ai prodotti che utilizzano questo vegetale come base è bene associare una dieta ricca di vitamine e un’alimentazione sana e adeguata, atta a ridurre i tempi di recupero e a favorire il benessere muscolare.