Influenza intestinale: come metterla ko

Purtroppo ogni anno l’influenza intestinale colpisce molte persone, costringendole a stare a letto con forti dolori a livello addominale e una generale sensazione di malessere, che non è sempre accompagnata dalla febbre.

Il suo arrivo diventa ancora più fastidioso soprattutto quando si deve prendere parte ad una serata in uno dei locali roma, e si è quindi costretti a rinviarla per stare a letto a riposarsi con  dei forti dolori.

Seguendo dei semplici accorgimenti, mangiando in modo adeguato e in alcuni casi prendendo dei farmaci specifici, è possibile sconfiggerla in pochi giorni.

I sintomi più comuni

Il primo sintomo che si avverte quando l’influenza intestinale è in arrivo è un generale senso di spossatezza e dolori addominali, che possono essere accompagnati da febbre e brividi. Questo genere di influenza ha generalmente un decorso abbastanza veloce,anche se fastidioso, soprattutto se si presentano anche sintomi come vomito e diarrea.

E’ sempre bene informare il proprio medico curante, che se lo riterrà opportuno può prescrivere anche un’analisi delle feci.

Se i sintomi vengono riconosciuti in tempo questo genere di influenza generalmente ha la durata di tre giorni, ma ovviamente dipende dalla gravità e dal proprio sistema immunitario. Nella maggior parte dei casi non c’è bisogno di assumere antibiotici, ma farmaci utili ad alleviare i sintomi e il fastidio, come i fermenti lattici.

E’ importante sapere che durante l’influenza intestinale bisogna assumere molti liquidi, per permettere all’organismo di essere sempre idratato

Cibi concessi

Per rendere più facile la guarigione l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, nella fase iniziale dell’influenza devono essere consumati alimenti facili da digerire, ad esempio pasta o riso condito con olio extra vergine di oliva, carne o pesce alla piastra e patate lesse. Devono essere evitati invece i cibi che contengono molti zuccheri semplici, le bevande gassate, i succhi di frutta, i dolci e le spremute.

Tra gli alimenti da non mangiare sono presenti anche la cioccolata, il latte, i latticini, i cibi fritti e molto conditi.

In presenza di vomito se il vostro corpo non avverte il senso di fame è consigliabile non ingerire cibo a forza, ma idratare il corpo con sostanze liquide, come acqua, tè, camomilla e tisane.

Bisogna sapere inoltre che bere troppo in fretta o grandi quantità di liquido tutte insieme può essere fastidioso per il corpo e indurre il vomito, quindi è necessario sorseggiare lentamente i liquidi.

Uno degli alleati per una guarigione veloce è sicuramente il riposo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi