bellezza

Salute, come proteggerci dai danni del sole in inverno

È il tempo della settimana bianca con passeggiate ad alta quota, sciate in compagnia, escursioni, che possono mettere in pericolo la nostra pelle con una esposizione al sole pericolosa nonostante le basse temperature. Anche d’inverno, infatti, il sole può giocare brutti scherzi e non necessariamente in montagna. Ovviamente in alta quota l’irradiazione è maggiore, il sole è intenso e la neve riflette i raggi solari, moltiplicandone gli effetti negativi. Ma anche in città, magari in un weekend nella Capitale al Floris Hotel, in cui siamo più esposti all’aria aperta e al sole dobbiamo avere cura di proteggerci.

Non sottovalutare i danni del sole

Sono in tanti, inoltre, coloro che sottovalutano il sole d’inverno, pensando di essere immuni da scottature, perché coperti da strati di vestiti o semplicemente perché il cielo appare velato. Ma basta poco per capire che non è esattamente così. Anche in città, infatti, soprattutto le pelli più delicate e fragili se esposte al sole possono subire molti danni anche durante la stagione fredda. È bene dunque proteggersi, ponendo una particolare cura su determinate zone.

I consigli per esporci al sole

Cominciamo dal viso, la parte più esposta sia in città che, soprattutto, in montagna. Se siamo sulla neve, ovviamente, è bene non pensare che il freddo ci renda immuni dai danni causati dal sole. Non dobbiamo mai, quindi, trascurare il viso. Esso è una parte del corpo di cui, invece, ci dovremmo maggiormente preoccupare, perché in inverno la sua pelle è meno abituata al sole e il freddo la rende più reattiva. Se siamo ad alta quota, quindi, utilizziamo una crema solare con un filtro molto alto, anche più volte al giorno. Se siamo in settimana bianca, attenzione anche alle mani, essendo le prime a scaldarsi durante l’attività fisica, tendiamo a sfilarci i guanti o a non indossarli durante camminate o ciaspolate, esponendole ad aggressioni climatiche e ambientali. Invece, è sempre bene applicare una crema protettiva con filtri solari prima dell’eventuale esposizione al sole e una idratante a fine giornata.

Proteggere le zone più delicate

Non dimentichiamo, poi, le zone degli occhi e delle labbra, molto delicate. La stagione invernale, anche in questo caso, non deve farci pensare che l’estrema sensibilità di queste zone del nostro viso, sia minore. Anzi, al contrario, le basse temperature combinate con un’esposizione al sole non protetta causano moltissimi danni e aumentano la vulnerabilità di queste parti del nostro corpo. Quindi indossiamo lenti da sole anche d’inverno se passiamo molte ore all’aria aperta, con certificazione contro i raggi UVA e UVB. Se siamo in montagna, poi, può essere utile anche un collirio. Infine, le labbra, una parte estremamente sensibile e delicata ma facilmente dimenticata e sottovalutata, specialmente in inverno. Sole, ma anche vento e freddo sono agenti pericolosi, che attaccano le nostre labbra rendendole disidratate e secche. Uno stick con fattore di protezione 50+  idrata e al tempo stesso protegge le labbra.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi